Il ciliegio di Besana Brianza

Nel cuore della Brianza, ormai così povera di boschi e di bellezze naturalistiche, profondamente deturpate in ogni luogo da costruzioni ignobili, un piccolo gioiello s'è salvato, e da anni nel mese di aprile, si offre agli occhi di chi ama la Natura e ne apprezza bellezza ed armonia ...

Al visitatore che percorre il sentiero, la chioma bianca appare già in lontananza.

Sullo sfondo si delineano alcune cime delle prealpi comasche e nei dintorni del ciliegio macchie bianche segnalano la presenza di altre conspecie.

Lo sfondo delle Prealpi.

L'immagine racconta meglio di ogni parola come l'indifferenza verso il bello e l'incultura ambientale abbiano deturpato il paesaggio. Togliete dagli occhi tralicci e capannoni ...

Già molti giorni prima della fioritura, decine di persone visitano il ciliegio per coglierne il momento più atteso..

Le gemme da fiore si apprestano alla fioritura

Un giorno di inizio aprile 2017

e l'aprile dell'anno successivo (2018) si ripropone lo stesso spettacolo.

Per molti la visita al ciliegio è una occasione di relax e di serenità per gustarsi i profumi della campagna e una giornata di sole nei prati.

le migliaia di candide corolle sono una risorsa per le api...

Il confronto con la bambina mette in risalto l'imponenza dei tronchi

Probabilmente si tratta non di un unico esemplare ma di più individui concresciuti

Nel pieno rigoglio estivo...

In inverno, volgendo a Ovest lo sguardo, fanno da sfondo le Api Pennine e il Monte Rosa ...

allargando la visuale la bellezza s'impone sui campi coltivati e gli insulti dell'urbanizzazione.

Il Monte Rosa con i suoi 4634 metri domina, ma tutte le cime delle Alpi svizzere visibili, superano o sono prossime ai 4000 metri.

Guardando a nord il gruppo delle Grigne

sulla loro destra in direzione nord-est il Pizzo dei tre Signori carico di neve.

Secoli addietro sulla cima convergevano i confini della Serenissima, il Ducato di Milano e la Repubblica dei Grigioni, donde il nome. Ora punto di confine tra le provincie di Bergamo, Sondrio e Como (Lecco)

il manzoniano Resegone, chiude a est la cerchia dei monti.

il capanno di caccia con i richiami è un regalo degli umani alla generosità di madre Natura.